si raccontano.....

....semplici storie di vita quotidiana che la rendono speciale.....

venerdì 9 dicembre 2011

Il pane, ma anche.....

Non so voi, ma qui, nella piccola città, non si riesce a trovare un pane decente, per cui da molto tempo abbiamo rinunciato ad acquistarlo .Eppure anche noi, come penso quasi tutti, del pane andiamo pazzi, per cui ho dovuto fare di necessità virtù ed organizzarmi : due volte alla settimana mi metto di buzzo buono e provvedo.
In genere faccio la "miccona",cioè il no knead bread (qui
uno dei tanti siti dove si può vedere come si fa)perchè nessuno di noi tollera troppo lievito e qui ne bastano due grammi per mezzo kilo di farina. Però a volte mi piace cambiare e allora vado di ciabattine di semola di grano duro.
Poi,giacchè ci sono, aggiungo qualcos'altro, vuoi le briochine vuoi il danubio.
Questa settimana mi sono pure ricordata di fotografarli.Manca la miccona ma provvederò uno di questi giorni.
Buon weekend a tutte.
La ricetta che uso per il danubio e quella per le briochine è di Elisabetta Cuomo:
1/2 kg farina,
100gr burro,
30 gr zucchero,
2 uova+1 tuorlo,
10 gr di sale,
150gr latte,
25gr.lievito di birra.( ne metto 12 e prolungo la lievitazione

Per il ripieno:200grfontina,salame e prosciutto a cubetti.

Impastare nell'impastatrice la farina le uova il burro,il lievito sciolto in poco latte(50gr),lavorare per far prendere corda all'impasto,agg poco alla volta il resto del latte,lavorare ancora(in tutto va lavorata 20/25 minuti.Far lievitare 2/3 ore.Sgonfiare la pasta,stenderla e tagliare dei dischetti piccoli(7-8 cm.)mettere al centro fontina,prosciutto o salame,chiudere e formare delle palline .Porre le palline in un ruoto rotondo di circa30cm. di diametro,non molto vicine,che andranno a formare dei cerchi concentrici:lievitando ancora 1 oretta si attaccheranno.Cuocere a 170°per 30/35 minuti.
Briochine
500 gr farina Manitoba, 100 gr burro(o margarina), 100 gr zucchero, 150 gr circa di latte, 2 uova intere + un tuorlo, 25 gr lievito di birra (io sempre 12 più o meno)
10 gr sale fino, vanillina q.b, limone grattugiato
Fare un panetto con 100 gr di farina,il lievito,mezzo cucchiaino di zucchero e poca acqua(circa 40 gr),farlo lievitare 40 minuti circa.
Versare nella ciotola della planetaria il resto della farina,le uova + il tuorlo,lo zucchero,gli aromi,il burro a temperatura ambiente e il panetto lievitato.
Nota: Io lavoro tutti gli ingredienti e poi metto il panetto lievitato.Se c'e' molto caldo, ogni tanto passo l'impasto in frigo.
Di solito io preferisco,inizialmente,impastare con la frusta K,che nella fase iniziale raccoglie e impasta meglio gli ingredienti.Dopo pochi minuti metto il gancio.Il sale va aggiunto a metà lavorazione.
Il latte va aggiunto poco per volta,solo cosi l'impasto prende corda e diventa elastico.La lavorazione deve durare minimo 25 minuti,la pasta è pronta quando diventa liscia e molto chiara,staccandone un pezzetto non dovrà stracciarsi. Esistono due tipi di lievitazione,quella che prevede una lievitazione in frigo lenta e quella a temperatura ambiente.Ho ottenuto risultati quasi uguali.Quindi puoi mettere la pasta in frigo per 5-6 ore,tirarla fuori e formare le brioche,farle rilievitare da un minimo di 3 ore ad un massimo di 6 ore(dipende dalla temperatura dell'ambiente).
Nota: E' meglio fare la seconda lievitazione in frigo per tutta la notte, ungendo la pasta per non seccarsi e chiudendo bene con un tovagliolo.
Con questi accorgimenti ho ottenuto brioches piu' morbide anche per diversi giorni.

7 commenti:

marina ha detto...

e pure il pane fai...come mi fa voglia mangiarne un pezzo, ma riesco si e no a mandarne giù una fregolina.
un bacio
marina

It's me ha detto...

It looks very delicious !!!......love from me....xxx...

mida.f3 ha detto...

Mimmaaaaaaaaaaa, grazie del tuo commento, sì sono felice perchè mi disturbava non avere un fuoriporta nuovo e proprio quest'anno che non gira molto bene, questione di principio.
Amo anch'io fare il pane, anche la mattina di natale, non ti dico a che ora mi alzo! proverò la tua ricetta con poco lievito, deve essere fantastico (anch'io lievito se c'è molto lievito) io amo più la torta di rose salata che il danubio, ma se trovo pronto mangio anche quello. Mi fa piacere scoprire che abbiamo non solo il punto croce in comune eee (behh il mio ricamo tradizionale non è al tuo livello, con la maglia sono negata...) in cucina posso copiare. In questi giorni ho fatto i biscotti alle arachidi, non li ho fotografati, sono finiti presto presto in panza.
Un'abbraccio, Milena d

COUSON ha detto...

Tu me fais saliver!!!!Bisous

Giovanna ha detto...

ma che prelibatezza un assaggino ?fameeee buona serata

maman O ha detto...

Ma cara mia ..io vengo a fare colazione da te! Non mi cimenterei mai a fare tutte quelle cose che sai fare tu in cucina... Baci e a domani Ornella

Alicia ha detto...

CON UN CAFE CON LECHE ES LA HORA JUSTA PARA TOMARLO....
QUE BUENA CARA TIENE.
SALUDITOS